2fc_cr.jpg

La ministra nigeriana del petrolio Alison-Madueke eletta nuova presidente dell'Opec

L’Opec, Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio con sede a Vienna avrà dal prossimo primo gennaio, una donna come presidente. Si tratta del ministro nigeriana delle risorse petrolifere, Diezani Alison-Madueke che è stata eletta durante il 166esimo vertice dell’organizzazione dello scorso 27 novembre e resterà in carica per un anno. Succederà al libico Abdourhman Ataher Al-Ahirish.

Diezani Alison-Madueke è attualmente ministra delle risorse petrolifere della Nigeria, incarico che ricopre dall’aprile 2010. In precedenza, è stata ministra dei trasporti (luglio 2007) e sviluppo delle miniere e acciaio (2008). E’ nata il 6 dicembre 1960 e ha studiato architettura nel Regno Unito e negli Stati Uniti.

L’Opec fondata nel 1960 raggruppa attualmente 12 maggiori Paesi produttori di petrolio al mondo, esclusa la Russia: Iran, Irak, Arabia Saudita, Kuwait, Venezuela, Qatar, Indonesia, Libia, Emirati Arabi Uniti, Algeria, Nigeria, Angola. Insieme detengono circa il 40 per cento della produzione petrolifere mondiali e il 14 per cento di gas naturale.

Fonte: www.opec.org

30 novembre 2014